L’educazione del cane: ecco quali strumenti utilizzare

By | 17 Settembre 2014

strumenti addestramento caniEducare il vostro cane non è un’impresa semplice da gestire. Bisogna, infatti, fare i conti con l’irriverenza dei cuccioli, la loro curiosità e voglia di esplorare. Non solo: il nostro Fido ha bosogno di paletti e punti fermi, e solo il padrone glieli può dare. Per questo motivo, è importante, prima di tutto, imporsi, e farsi rispettare.

Per fare ciò esistono alcune piccole astuzie che, a lungo andare, gli permettono di capire “chi comanda”. Passare prima dalla porta, farlo mangiare in un angolo ben preciso della casa (e non dove capita!), ed avere un tono di voce fermo e deciso. Inoltre, tutta la famiglia può essere coinvolta nell’addestramento del cane, ma non deve prevalere su di voi.

Se ciò accadesse, infatti, il vostro cane non vi riconoscerebbe più come padrone, e ciò creerebbe disordine  e confusione. Ma quali strumenti utilizzare per addestrare, ed educare il vostro amico Fido?

Possiamo attingere da differenti strumenti, quali il collare (o la pettorina), il guinzaglio e il clicker. Partiamo proprio da quest’ultimo: si tratta di una specie di sonaglio costituito, solitamente, da una lamina metallica che quando viene premuta emette un click caratteristico.

E’ uno strumento indicato per addestrare i cani particolarmente rabbiosi o testardi.  Il clicker emette un suono sempre uguale e breve: nell’attimo in cui l’animale esegue l’ordine che gli è stato impartito avrà il suo premio scandito da un click. E’ un modo per fargli capire, a livello mentale, che sta facendo una cosa corretta e che quindi verrà premiato.

Abbiamo parlato, poi, di collare e di pettorina: cosa li differenzia? Il collare deve essere indossato subito: è sicuramente poco ingombrante, e facile da mettere e togliere. La fibbia che lo chiude deve essere robusta, ed è quindi meglio utilizzare quella in metallo.

Tra il collo del cane, e il collare, deve passarci un dito. Diventano due se, il nostro amico a 4 zampe, è adulto. A questo proposito è bene evitare i collari a strozzo e quelli a cavezza: questi ultimi sono composti da due anelli situati uno intorno al collo e uno intorno al muso.

Il collare a cavezza ha l’effetto di impedire al cane di usare la forza. Tuttavia, può avere un effetto negativo (a livello psicologico) sul cane, rendendolo debole  e vulnerabile. Inoltre, potrebbe causare effetti traumatici sul collo.

La pettorina, solitamente, è utilizzata per comodità. Tuttavia, a questo proposito, è bene fare attenzione a piccoli accorgimenti: la pettorina non deve spaventare (mentre la indossa) il cane, e non deve avere chiusure poste dietro ai gomiti di Fido.

Infine, parliamo dei bocconcini: si tratta di un mezzo molto indicato per l’educazione del vostro amico a 4 zampe. Solitamente, si utilizzano quando l’animale ha completato un ordine, oppure si è comportato bene. I bocconcini che si possono dare sono piccoli snack, quali wurstel, biscotti per cani o crocchette semi-umide.

Quando Fido si è comportato bene, premiatelo con alcuni bocconcini: a livello psicologico comprenderà che sta facendo bene, e che il suo padrone è fiero di lui. Insomma, non vi resta che educare il vostro cane, utilizzando questi semplici consigli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *